Aprire un canale di dialogo privilegiato tra consumatore e produttore grazie a un gesto diventato tra i più comuni della vita quotidiana: la scansione di un QR Code con lo smartphone. ​​

È questo ciò che potrà fare, da dicembre, chi acquista la mortadella Felsineo ‘La Sciccosa’ da 750g e l‘affettato vegetale Felsineo Veg Good&Green al Pepe Fairtrade, prodotti da Gruppo Felsineo, storico marchio dell’industria agroalimentare italiana.

La blockchain rivoluziona l’interazione del consumatore con il prodotto

La tecnologia blockchain sviluppata per il Gruppo Felsineo è frutto del lavoro della PMI innovativa Apio, partner tecnologico di Consulenza e Risorse, società di advisory che segue Gruppo Felsineo.

Oltre alla tracciabilità dei prodotti, l’utente può:

  • apprendere ricette per cucinare la mortadella;
  • condividere suggerimenti ;
  • inviare eventuali segnalazioni;
  • avere la certezza di comunicare direttamente con il produttore.

Tutto ciò in una logica di condivisione su un’unica piattaforma che funziona da ponte tra le due estremità della filiera.

I vantaggi della blockchain per le aziende agroalimentari

Il progetto del Gruppo Felsineo è iniziato a settembre 2020 con una fase di formazione aziendale sui temi della tracciabilità; si è quindi sviluppato per gradi, dallo studio di fattibilità fino all’individuazione dei partner tecnologici.

I vantaggi della blockchain per un’azienda del settore food sono molteplici e di sicuro lo approfondiremo. Tenere traccia di tutta la filiera produttiva, infatti, permette di:

  • migliorare la freschezza degli alimenti;
  • prolungarne la durata di stoccaggio;
  • ridurre la possibilità di sprechi.
  • identificare le inefficienze (operazione che garantisce la qualità della merce e aiuta a tenere traccia dell’autenticità dei prodotti, migliorando l’efficienza della catena di fornitura);
  • coinvolgere direttamente l’utente, che dialoga attraverso l’etichetta e diventa così una fonte di informazioni prezioso per il produttore.

Ai primi due prodotti Felsineo dotati di QR Code, disponibili a partire da dicembre 2021 presso le prime insegne della GDO italiana e alcune grandi catene del mercato francese, se ne affiancheranno via via altri nel corso del 2022.

Condividi questo articolo